Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

Nel 2016 la Cassa Rurale di Fiemme ha istituito la borsa di studio “Porta al Futuro”, del valore di 1.000,00 euro. La borsa è stata dedicata, per il primo anno, ad Alessandro Conti, scomparso a soli 23 anni. Per ricordare il suo impegno nello studio e la sua passione per il viaggio, si è scelto infatti di donare la borsa di studio a favore di progetti che sostengano la formazione scolastica di bambini e ragazzi meno fortunati nel mondo.
   
Nel 2016 la borsa di studio è stata devoluta all’associazione Melamango onlus, che da la possibilità di studiare a più di 350 bambini e ragazzi dell’orfanotrofio di Shalom Home (Kenya). L’associazione nasce infatti dalla volontà di unire i frutti (simboleggiati dalla mela della Val di Non e dal mango del Kenya) di due terre diverse, ma che si sono trovate vicine nella volontà di unire forze e risorse per dare un futuro ai bambini, nella loro terra. L’importo è stato utilizzato per acquistare i libri scolastici delle classi primarie e secondarie: strumenti importantissimi per la formazione dei bambini e ragazzi di Shalom Home, mattoncini per realizzare sogni, costruire nuovi progetti e professioni. Padre Francis, il “papà” di Shalom Home, è infatti convinto che il futuro di questi bambini si giochi proprio sulla cultura e sulla formazione di qualità.
Nel 2017 la borsa di studio “Porta al Futuro” è stata devoluta a “Volontariamo con il St. Jude”, che opera nel Nord Uganda, collaborando con Fratel Elio Croce. L’importo, ritirato dalla Presidente dell’associazione Silvia Morandini, è stato utilizzato per contribuire alla ristrutturazione della Rodolfo House, costruita per accogliere le famiglie dei bambini disabili o ammalati che necessitano di cure e assistenza presso il St.jude e come struttura per gli ospiti che partecipano a meeting, seminari e convegni di formazione organizzati dal St.Jude e da altre organizzazioni.
  Nel 2018 la borsa di studio "Porta al Futuro" è stata donata a "Amici per il Centrafrica", che opera  a favore del popolo della Repubblica Centrafricana, soprattutto, e dei Paesi più disagiati dell’Africa subsahariana offrendo loro istruzione, cure, sostegno al lavoro e formazione per accompagnarlo verso una completa autosufficienza.
 

 

  • Seguici anche su