Newsletter Opera - approfondimenti

Bonus 110%: le novità 2021

La finanziaria 2021 ha introdotto la nuova detrazione del 110% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.

  • Data sostenimento spese agevolabili e rateazione detrazione
    Con la modifica dell’art. 119, è disposto che la detrazione spettante per gli interventi “trainanti” di riqualificazione energetica e di riduzione del rischio è riconosciuta per le spese sostenute fino al 30 giugno 2022.
    Nel caso in cui al 30 giugno 2022 i lavori siano stati effettuati per almeno il 60% dell’intervento complessivo, la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022.
  • Interventi agevolabili
    Modificando il comma 9 dell’art. 119 è previsto che la detrazione del 110% può essere fruita anche per gli interventi effettuati dalle persone fisiche, al di fuori dell’esercizio dell’attività d’impresa /lavoro autonomo, con riferimento agli interventi su edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari distintamente accatastate, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà.
    Anche in tal caso la detrazione è fruibile con riferimento agli interventi realizzati al massimo su 2 unità immobiliari.
    Per quanto riguarda la tipologia degli interventi agevolabili è disposto che tra gli interventi agevolati di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro dell’edificio, rientra anche la coibentazione del tetto, “senza limitare il concetto di superficie disperdente al solo locale sottotetto eventualmente esistente”. Tra gli interventi “trainati” sono ricompresi anche gli interventi finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche, aventi ad oggetto ascensori e montacarichi, alla realizzazione di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia adatto a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap in situazione di gravità,  anche se effettuati in favore di persone di età superiore a 65 anni.
  • Impianti solari fotovoltaici
    È  disposto che la detrazione del 110% prevista per gli impianti fotovoltaici quando risultano essere un intervento “trainato” è applicabile anche in caso di installazione di impianti solari fotovoltaici su strutture pertinenziali agli edifici.
  • Colonnine ricarica veicoli elettrici
    Con riferimento all’installazione delle  “colonnine di ricarica”, per le quali è fruire della detrazione del 110% quando rappresenta un intervento “trainato” è ora disposto che:
    - la detrazione può essere fruita con riferimento alle spese sostenute fino al 30 giugno 2022 e, ferme restando le 5 quote annuali per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021, anche in tal caso, la detrazione spettante va suddivisa in 4 quote annuali per la parte di spesa sostenuta nel 2022;
    - la detrazione è riconosciuta nel rispetto dei seguenti limiti di spesa, fatti salvi gli interventi in corso di esecuzione:
         - € 000 per edifici unifamiliari / unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno;
         - € 500 per edifici plurifamiliari / condomìni che installino un numero massimo di 8 colonnine;
         - € 200 per edifici plurifamiliari / condomìni che installino un numero superiore a 8 colonnine;
    considerando che l’agevolazione si intende riferita ad una sola colonnina di ricarica per unità immobiliare.
  • Tipologia immobili oggetto di interventi agevolabili
    Con riferimento agli immobili che possono essere oggetto degli interventi per i quali è possibile fruire della nuova detrazione del 110% è ora disposto che:
    - un’unità immobiliare può essere considerata funzionalmente indipendente quando è dotata di almeno 3 delle seguenti installazioni / manufatti di proprietà esclusiva (impianto per l’approvvigionamento idrico, impianto per il gas, impianto per l’energia elettrica, impianto di climatizzazione invernale);
    - oggetto degli interventi agevolati può essere anche un edificio privo di APE in quanto sprovvisto di copertura, di uno o più muri perimetrali, o di entrambi, a condizione che al termine degli interventi, che devono comprendere anche quelli di isolamento termico delle superfici opache, anche in caso di demolizione e ricostruzione o di ricostruzione su sedime esistente, si consegua una classe energetica in fascia A.
  • Interventi su immobili danneggiati da eventi sismici
    Per gli interventi di ricostruzione dei fabbricati danneggiati dal sisma nei Comuni prevede l’aumento del 50% dei limiti di spesa agevolabile, è ora disposto che:
    - il termine di sostenimento delle spese per le quali è possibile fruire di tale maggiorazione è prorogato al 30 giugno 2022;
    - l’ambito di applicazione è ampliato ai “comuni interessati da tutti gli eventi sismici verificatisi dopo l’anno 2008 dove sia stato dichiarato lo stato di emergenza”.
  • Sconto in fattura / cessione credito
    L’opzione per lo sconto in fattura / cessione del credito in luogo dell’utilizzo diretto della detrazione in dichiarazione dei redditi, può essere esercitata anche con riferimento alla detrazione spettante per le spese sostenute nel 2022 per gli interventi di cui all’art. 119 in esame.