Newsletter Opera - approfondimenti

La Centrale Rischi 

La Centrale dei Rischi è un archivio informatico gestito dalla Banca d’Italia che riassume la “storia creditizia” di famiglie e imprese.

In questa banca dati vengono infatti registrati i finanziamenti e i crediti di firma che superano una determinata soglia di censimento, attualmente stabilita in € 30.000,00; la soglia si abbassa a € 250 se il soggetto finanziato presenta gravi difficoltà nel rimborsare il suo debito ed è quindi in sofferenza. La Centrale dei Rischi contiene sia informazioni positive, quali la regolarità del pagamento delle rate e la chiusura di un rapporto di finanziamento, sia informazioni negative, quali eventuali ritardi nel pagamento delle rate e la presenza di sconfinamenti; non è comunque identificabile come una lista di cattivi pagatori. La situazione che un’impresa presenta nella Centrale dei Rischi esercita un peso preponderante nella determinazione del rating e quindi nella possibilità di accedere al credito. Per questo è di fondamentale importanza monitorare e analizzare costantemente le informazioni che emergono dalla Centrale in modo tale da evidenziare e rimuovere eventuali elementi di criticità e tensione finanziaria.

  • Centrale dei rischi e rating bancario
    La Centrale dei Rischi è un sistema informativo gestito dalla Banca d’Italia che fornisce informazioni sul comportamento di persone fisiche e imprese nei confronti del sistema bancario e finanziario. Una buona storia creditizia risultante dalla Centrale facilita l’accesso al credito bancario e a migliori condizioni.
  • A cosa serve?
    - Serve alle banche e alle società finanziarie per valutare il merito di credito ossia la capacità di restituire i finanziamenti concessi.
    - L’analisi della situazione in Centrale dei Rischi è fondamentale per l’attribuzione del rating bancario.
    - Il peso che le viene attribuito si aggira intorno al 70% del giudizio finale.
  • Segnalazioni in centrale dei rischi
    Un soggetto viene segnalato in Centrale dei Rischi quando:
    - il totale dei crediti per cassa e/o di firma di cui beneficia supera l’importo di € 30.000,00;
    - la sua posizione è in sofferenza per importi maggiori di € 250,00;
    - sono stati passati a perdita crediti in sofferenza di qualunque importo.
  • Le posizioni segnalate riguardano:
    - crediti per cassa;
    - crediti di firma;
    - garanzie ricevute;
    - derivati finanziari.
  • Nell’ambito dei crediti per cassa troviamo:
    - rischi autoliquidanti;
    - rischi a scadenza;
    - rischi a revoca.
  • Analisi della situazione in centrale dei rischi: accordato e utilizzato
    I concetti di accordato e utilizzato sono fondamentali per analizzare la Centrale dei Rischi: infatti è il rapporto tra queste 2 grandezze che consente di esprimere un giudizio sulla situazione andamentale.
    Accordato: è l’ammontare del credito concesso e utilizzabile dall’azienda cliente.
    Utilizzato: è l’ammontare del credito che la banca eroga effettivamente all’azienda.
  • Le soglie di rilevanza sono le seguenti:
    - fino al 75% di utilizzato rispetto all’accordato il rapporto è fisiologico;
    - dal 75% all’85% è una situazione da tenere sotto controllo;
    - dall’85% al 100% ci troviamo in una situazione di tensione finanziaria con impatto negativo sul rating;
    - oltre il 100% siamo in presenza di sconfinamenti.
  • Perchè e come richiedere la visura della CR
    Monitorare costantemente la propria posizione in Centrale dei Rischi è di fondamentale importanza proprio per i riflessi sul rating e l’accesso al credito. È anche importante effettuare un continuo confronto tra informazioni della Centrale e dati contabili relativi ai saldi bancari per individuare eventuali segnalazioni errate.
    L’accesso ai dati della Centrale dei Rischi può avvenire online attraverso il sito della Banca d’Italia con credenziali SPID o Carta Nazionale dei Servizi L’accesso ai dati della Centrale dei Rischi può avvenire online attraverso il sito della Banca d’Italia con credenziali SPID o Carta Nazionale dei Servizi.
  • Abbonamento
    L’accesso ai dati della Centrale dei Rischi è gratuito. A partire dal 2 ottobre 2020 le aziende iscritte nel Registro delle Imprese hanno la possibilità di sottoscrivere un abbonamento gratuito e ricevere con frequenza mensile la propria visura.
  • Centrali
    La Centrale dei Rischi (CR) gestita dalla Banca d’Italia è un organismo a carattere pubblico; ci sono tuttavia anche delle Centrali dei rischi a carattere privato quali Crif, Experian, CTC e Assilea.
  •  Garante
    La segnalazione riguarda anche i crediti di firma: questo significa che il soggetto viene segnalato nella Centrale dei Rischi anche se ha garantito il finanziamento di un altro soggetto, per esempio con una fideiussione.