Newsletter Opera - approfondimenti

Interventi edilizi/energetici: ecco le detrazioni 2021

Il “bonus facciate”, il “bonus verde” e quello “mobili”, ma anche il nuovo “bonus idrico” ecco alcune delle detrazioni previste per gli interventi “edilizi” previste dalla Legge n. 178/2020, Finanziaria 2021.

  • Riqualificazione energetica
    È prorogato al 31 dicembre 2021 il termine entro il quale devono essere sostenute le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica per poter fruire della detrazione del 65% - 50%. Il riconoscimento della detrazione per le spese sostenute nel 2021 è prorogato anche per gli interventi di acquisto e posa in opera di:
    - schermature solari;
    - micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti;
    - impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.
    Si ricorda che, per gli interventi di riqualificazione energetica sulle parti comuni condominiali nonché per quelli finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica, le relative detrazioni sono già riconosciute per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021.
  • Recupero patrimonio edilizio
    È prorogato al 31 dicembre 2021 il termine entro il quale devono essere sostenute le spese relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio per fruire della detrazione nella misura del 50%, sull’importo massimo di € 96.000.
    Si ricorda che, per gli interventi di adozione di misure antisismiche su edifici nelle zone a rischio sismico 1, 2 e 3, compresi quelli di demolizione e ricostruzione di interi edifici con riduzione del rischio sismico effettuati dall’impresa che li cede entro 18 mesi dalla fine dei lavori, la relativa detrazione è già riconosciuta per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2021.
  • Detrazione per gruppo elettrogeno di emergenza
    La detrazione del 50% è riconosciuta anche per le spese sostenute per la sostituzione del gruppo elettrogeno di emergenza esistente con generatori di emergenza a gas di ultima generazione.
  • Bonus mobili
    È confermato anche per il 2021 il “bonus mobili”. In particolare, la detrazione del 50% può essere fruita dai soggetti che nel 2021 sostengono spese per l’acquisto di mobili e/o grandi elettrodomestici di categoria A+ (A per i forni) finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati dall’1 gennaio 2020.
    La spesa massima agevolabile è stata innalzata a € 16.000.
  • Bonus facciate
    È confermato anche per il 2021 il  “bonus facciate”, pari al 90% delle spese sostenute per interventi edilizi sulle strutture opache della facciata, su balconi / fregi / ornamenti, inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero / restauro della facciata esterna degli edifici ubicati in zona A (centri storici) o B (totalmente o parzialmente edificate).
  • Nuovo bonus idrico
    È introdotto il nuovo “bonus idrico”, a favore delle persone fisiche residenti in Italia, pari a € 1.000 per ciascun beneficiario, fino ad esaurimento del fondo stanziato a tal fine (€ 20 milioni), da utilizzare entro il 31 dicembre 2021, per interventi di:
    - sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto;
    - sostituzione di apparecchi di rubinetteria sanitaria / soffioni doccia / colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua;
    - su edifici / parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari.
    In particolare il nuovo beneficio spetta per:
    - la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico pari o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti;
    - la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata pari o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con portata di acqua pari o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.
    Il bonus non concorre alla formazione del reddito del beneficiario e non rileva ai fini del calcolo dell’ISEE. Con un apposito Decreto saranno definiti i termini e le modalità di richiesta ed utilizzo.
  •  Adozione misure antisismiche con detrazione del 50%
    Con riferimento agli interventi di adozione di misure antisismiche su edifici ubicati nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1, 2 e 3), per i quali è prevista la detrazione del 50% fino ad un ammontare complessivo di spesa non superiore a € 96.000 per unità immobiliare, è ora disposto che, la disposizione è applicabile agli interventi:
    - le cui procedure autorizzatorie sono state attivate dal 5.8.2013 (come precedentemente previsto);
    ovvero
    per i quali sia stato rilasciato il titolo edilizio.
  • Bonus verde
    È disposta la proroga per il 2021 “bonus verde”, ossia della detrazione IRPEF del 36%, su una spesa massima di € 5.000 per unità immobiliare ad uso abitativo, fruibile dal proprietario / detentore dell’immobile sul quale sono effettuati interventi di:
    - “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
    - realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.