Newsletter Opera - approfondimenti

Conversione Decreto Legislativo Ucraina: novità per bonus edilizi, accertamento e tutela Covid-19 professionisti

La conversione del Decreto Ucraina (DL 21/2022) porterà importanti novità fiscali per bonus edilizi, per accertamento e tutela Covid-19 e bonus carburanti per i professionisti. 

La conversione del Decreto Ucraina porterà importanti novità fiscali. Gli ultimi emendamenti approvati tra domenica 8 e lunedì 9 maggio 2022 dalle Commissioni Finanze e Industria del Senato, prevedono che:

  • dal 2023, per accedere ai bonus edilizi per intervenienti sopra i 516 mila Euro, sarà necessario affidare i lavori a imprese che posseggono la certificazione Soa (sino ad oggi richiesta per partecipare agli appalti pubblici). Dal 1° gennaio 2023 le imprese dovrebbero dimostrare di avere almeno provveduto con la richiesta agli enti certificatori, mentre dal 1° luglio 2023 dovrebbe essere richiesta la certificazione vera e propria;
  • sia raddoppiato da 30 a 60 giorni dal ricevimento dell’avviso bonario, il termine concesso per versare le somme dovute a seguito del controllo automatico delle dichiarazioni fiscali (art. 2 c. 2 D.Lgs. 462/97). Il maggiore termine sarebbe concesso per il solo periodo intercorrente tra l’entrata in vigore della legge di conversione del DL 21/2022 e il 31 agosto 2022;
  • la tutela Covid concessa ai professionisti (sospensione degli adempimenti e delle sanzioni, art. 22-bis DL 41/2021) venga riconosciuta con effetto retroattivo sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria (Delibera CdM 31 gennaio 2020). Un decreto interministeriale da emanarsi entro 60 giorni dalla conversione in legge del Decreto Ucraina, definirà l’attuazione della nuova disposizione che esclude il rimborso di sanzioni e interessi eventualmente già pagati;
  • sia estesa dalla fine di aprile alla fine di giugno la rateizzazione delle bollette di energia elettrica e di gas naturale per le famiglie che non hanno pagato le fatture nel 2022;
  • il bonus carburanti per i dipendenti (art. 2 DL 21/2022) venga esteso anche ai professionisti.