Newsletter Opera - approfondimenti

Acquisto della prima casa per i giovani sotto i 36 anni

L’art. 64 del Decreto Sostegni-bis prevede nuove misure per favorire l’accesso ai giovani ai benefici per l’acquisto della prima casa.

In particolare, i requisiti anagrafici e di reddito sono i seguenti:

  • ISEE in corso di validità non superiore a 000 euro annui;
  • Non avere compiuto 36 anni nell’anno in cui l’atto è stipulato.

L’agevolazione riguarda gli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di prima casa di abitazione, ovvero: proprietà, usufrutto, nuda proprietà, uso, abitazione. Sono escluse quindi le categorie catastali di lusso: A/1, A/8, A/9.

L'agevolazione consiste nelle seguenti esenzione per gli acquisti da privati o da imprese in esenzione Iva:

  • imposta di registro: l'importo sarebbe del 2% con un minimo di 1.000 euro;
  • imposta ipotecaria: l'importo sarebbe di 50 euro;
  • imposta catastale: l'importo sarebbe di 50 euro.

Per gli acquisti da imprese che vendono con Iva, l'esenzione riguarda:

  • imposta di registro: che sarebbe di 200 euro;
  • imposta ipotecaria: che sarebbe di 200 euro;
  • imposta catastale: che sarebbe di 200 euro.

A queste voci si somma un'agevolazione anche per l'Iva (per l'acquisto prima casa sarebbe del 4% del prezzo di cessione) che consiste in un credito pari all'Iva, riconosciuto al giovane acquirente, da utilizzare secondo le seguenti modalità:

  • in diminuzione delle imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e donazioni dovute sugli atti e denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito;
  • in diminuzione delle imposte sui redditi del dichiarativo successivo alla data di acquisto: per esempio, acquisto casa nel 2021: dichiarazione da presentare nel 2022 sui redditi 2021;
  • in compensazione tramite F24.

Questo pacchetto riguarda l'acquisto della prima casa e si concentra sul rogito, ma sono previste agevolazioni anche in tema di finanziamento per l'acquisto. I finanziamenti erogati per l'acquisto, costruzione, ristrutturazione di immobili ad uso abitativo coi requisiti prima casa in favore di giovani sotto i 35 anni con ISEE inferiore a 40.000 euro sono esenti da imposta sostitutiva (che sarebbe pari allo 0,25% dell'importo finanziato).

Sul tema mutui, l'art. 64 suddetto introduce una proroga al “Fondo Gasparrini” (Fondo solidarietà mutui prima casa) fino al 31.12.2021: entro tale data, l'ammissione ai benefici del fondo è estesa anche alla partita Iva con particolari requisiti di calo del fatturato ed è possibile sospendere le rate del mutuo.

Il fondo garanzia prima casa viene erogato in via prioritaria per l'accesso al credito ai giovani sotto i 36 anni con ISEE inferiore a 40.000 euro (la copertura del fondo si può elevare fino all'80% della quota capitale) per le domande presentate fino al 30.06.2022.

Tutte le agevolazioni sopra citate si applicano per gli atti stipulati dal 26.05.2021 al 30.06.2022.