Newsletter Opera - approfondimenti

110% e dintorni, principali incentivi edili per enti ecclesiastici

Sconto in fattura e cessazione del credito: agli enti ecclesiastici è consentito utilizzare il credito fiscale anche per pagare le fatture o per cederlo a un terzo (banche, Poste, intermediari finanziari) in relazione agli interventi sopra elencati.

Gli enti ecclesiastici che ora consideriamo non costituiscono una categoria soggettiva a sé all’interno delle agevolazioni per ristrutturazione del patrimonio edilizio, ma fanno parte della variegata e ampia tipologia degli enti non commerciali, che con le persone fisiche e gli enti commerciali costituiscono la platea dei contribuenti.

Interventi agevolati anche per enti ecclesiastici:

  • efficientamento energetico
  • sismabonus
  • bonus facciate
  • Superbonus 110%

Sconto in fattura e cessione del credito: agli enti ecclesiastici è consentito utilizzare il credito fiscale anche per pagare le fatture o per cederlo a un terzo (banche, Poste, intermediari finanziari) in relazione agli interventi sopra elencati.