Newsletter Opera - approfondimenti

Bonus facciate esteso al 2022

Bonus facciate esteso al 2022

Il bonus facciate è stato introdotto dall'art. 1, cc. 219-224 L. 160/2019 (legge di Bilancio 2020), con l'intento di abbellire gli edifici delle nostre città per i costi documentati sostenuti nel 2020 e nel 2021. L'agevolazione così come la conosciamo ora viene estesa anche per le spese documentate sostenute nell'anno 2022, ma nella misura più contenuta pari al 60%.

Se il beneficiario è una persona fisica (anche professionista) non titolare di reddito d'impresa, vale il criterio di cassa; pertanto, potrà fruire del bonus facciate nella misura del 90% soltanto se paga attraverso bonifico bancario o postale entro il 31.12.2021, altrimenti, si ritiene, non perderà l'agevolazione, ma la fruirà nella misura del 60%. È possibile utilizzare i bonifici appositi per le ristrutturazioni edilizie o per ecobonus, indicando, se possibile, come causale: L. 160/2019. Ciò che conta è che su questi bonifici venga applicata la ritenuta dell'8% da parte dell'istituto.

Invece se il beneficiario è titolare di reddito d'impresa, si applicherà il criterio di competenza. Si considerano le spese di competenza del 2021 per l'aliquota del 90%, mentre quelle di competenza del 2022 per l'aliquota del 60%.

Sono comprese anche le spese correlate, oltre a quelle specifiche dell'intervento.