Newsletter Opera - approfondimenti

Protocollo Energia - credito

Il protocollo è una misura a sostegno del fabbisogno di liquidità degli operatori economici per contrastare gli effetti della crisi energetica in atto sul sistema economico: finanziamenti di durata pluriennale assistiti da contributi provinciali ad abbattimento del costo del debito. 

Il protocollo è una misura a sostegno del fabbisogno di liquidità degli operatori economici per contrastare gli effetti della crisi energetica in atto sul sistema economico: finanziamenti di durata pluriennale assistiti da contributi provinciali ad abbattimento del costo del debito.

La misura a supporto della liquidità è messa in campo nell'ambito dello schema di Protocollo Energia tra Provincia autonoma di Trento, Cassa del Trentino S.p.A., Banche, Intermediari finanziari e Confidi. Gli operatori economici che attiveranno linee di finanziamento (Linea Energia) con le Banche aderenti al Protocollo Energia, riceveranno un contributo dalla Provincia, volto ad abbattere il costo del debito.

Principali caratteristiche della linea di finanziamento Energia (Linea Energia)

  • Durata: massimo 8 anni (di cui 2 di preammortamento)
  • Periodo di Preammortamento: 2 anni con tasso fisso annuo omnicomprensivo massimo pari al 3%
  • Periodo di Ammortamento: massimo 6
  • Garanzia Confidi

I soggetti aderenti al Protocollo Energia

Gli istituti bancari presso cui potrà essere attivata la Linea Energia sono:

  • Cassa Centrale Banca (Cassa di Trento Lavis Mezzocorona Valle di Cembra e Alta Vallagarina, Cassa Rurale Alta Valsugana, Cassa Rurale Alto Garda - Rovereto, Cassa Rurale Dolomiti, Cassa Rurale di Ledro, Cassa Rurale Novella e Alta Anaunia, Cassa Rurale Vallagarina, Cassa Rurale Valsugana e Tesino, Cassa Rurale Val di Fiemme, Cassa Rurale Val di Non - Rotaliana e Giovo, Cassa Rurale Val di Sole, La Cassa Rurale Adamello Giudicarie Valsabbia Paganella);
  • Mediocredito Trentino-Alto Adige;
  • Sparkasse;

Al Protocollo Energia hanno aderito anche Cooperfidi e Confidi Trentino Imprese, chiamati a concedere le garanzie sulle linee di finanziamento attivate dagli operatori economici a valere sul Protocollo Energia.

Misura contributiva

Il contributo è determinato in misura forfettaria pari all'1,50%, calcolato sul valore dell'importo mutuato e relativamente al primo biennio di durata del finanziamento. Il contributo è erogato in unica soluzione successivamente all'avvenuto pagamento della prima rata di interessi.

A chi si rivolge

Piccole e medie imprese / mid cap che, in qualsiasi forma, esercitano imprese industriali, commerciali, turistiche, di servizi, artigiane o agricole. Le imprese dovranno inoltre possedere i requisiti previsti per l'ammissibilità all'operatività del Fondo Centrale di Garanzia di cui al Temporary Crisis Framework - TCF, il regime autorizzato dalla Commissione Europea per fronteggiare la situazione di crisi sull'economia a seguito dell'aggressione della Russia contro l'Ucraina.

Ulteriori dettagli sulla misura si trovano qui: https://www.provincia.tn.it/Servizi/Protocollo-Energia-credito#:~:text=Il%20contributo%20%C3%A8%20determinato%20in,della%20prima%20rata%20di%20interessi.