Newsletter Opera - approfondimenti

Super green pass, le regole

Con l'entrata in vigore del D.L. 172/2021 sono variate le funzionalità del green pass. Dal 06.12.2021 e fino al 31.03.2022 occorrerà distinguere tra certificato base e rafforzato.

Con l’entrata in vigore del D.L. 172/2021 sono variate le funzionalità del green pass. Dal 6.12.2021 e fino al 31.03.2022 occorrerà distinguere tra certificato base e rafforzato.

La differenza tra il green pass base e quello rafforzato:

  • il green pass base corrisponde alla certificazione verde che viene rilasciata a seguito della vaccinazione anti Covid-19, oppure in seguito alla guarigione dall’infezione Covid-19, o ancora in seguito all’effettuazione di un test rapido o molecolare.
  • la novità si riferisce all’istituzione del green pass rinforzato (anche detto super green pass) che non comprende la certificazione rilasciata a seguito di un tampone rapido o molecolare. In buona sostanza, il super green pass è concesso solo a soggetti vaccinati o che sono guariti dalla malattia Covid-19.

Rimane invariato l’esonero previsto per i minori di 12 anni e per tutti coloro che presentano patologie come da apposita documentazione medica di esonero, secondo i criteri stabiliti dal Ministero della Salute.

Lo scopo di questo ulteriore rafforzamento della certificazione è determinato dalla necessità di creare situazioni diversificate per coloro che avranno la certificazione da vaccino/guarigione e coloro che, invece, ottenendo il green pass a seguito di tampone, dovranno rispettare limitazioni/restrizioni maggiori.

Le nuove misure restrittive introdotte:

  • dal 29.11 in zona gialla e in zona arancione lo svolgimento delle attività e degli spostamenti è consentito solamente ai soggetti in possesso del green pass rafforzato;
  • dal 6.12 è esteso il possesso del green pass base anche ai servizi di trasporto ferroviario e pubblico locale e regionale; nonché alle strutture ricettive e agli alberghi; la particolarità è che i soggetti che vi alloggiano possono consumare al chiuso presso le medesime strutture anche in possesso del solo green pass base;
  • dal 6.12 al 31.03.2022 (termine posticipato con la proroga dello stato di emergenza) il “super green pass” è previsto anche in zona bianca ai fini dello svolgimento delle attività e degli spostamenti per i quali sono previste le limitazioni.

Un’ulteriore novità prevista riguarda invece la durata del certificato verde; è infatti prevista la riduzione da 12 a 9 mesi.

L’introduzione del “super green pass” non impedisce di recarsi nel luogo di lavoro in presenza del solo tampone, sia rapido che molecolare.