Newsletter Opera - approfondimenti

Bonus Vacanze: da 150 a 500 euro per le famiglie con Isee inferiore a 40.000 euro

Le famiglie con Isee ordinario o Isee corrente inferiore a 40.000 euro possono richiedere il Bonusvacanza.
È un credito da € 150 per i nuclei composti da 1 persona, € 300 per nuclei composti da due persone, € 500 per le famiglie con più di due persone.

L'80% del bonus sarà applicato sotto forma di sconto da parte della struttura presso la quale si è pernottato, mentre il restante 20% si potrà detrarre nella dichiarazione dell’anno prossimo.

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 18/E/2020, fornisce i chiarimenti operativi sull’agevolazione dell’art. 176 del “Decreto Rilancio”, in riferimento al “Bonus vacanze”.

Esso prevede l’istituzione di un credito in favore dei nuclei familiari con ISEE in corso di validità non superiore a 40.000 euro utilizzabile dal 1.07 al 31.12.2020 per il pagamento dei servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, da agriturismi e bed and breakfast in possesso dei titoli previsti dalla normativa per l’esercizio dell’attività turistico-ricettiva.

Il bonus può essere richiesto da uno solo dei componenti del nucleo familiare che rispetti le caratteristiche sopracitate e può essere utilizzato per un unico soggiorno sotto forma di sconto nella misura massima dell’80% dell’importo spettante per il pagamento del soggiorno, mentre il restante 20% può essere utilizzato come detrazione d’imposta in sede di dichiarazione dei redditi.

L’importo della spesa va documentato attraverso fattura elettronica o documento commerciale, salvo i casi in cui il soggetto che eroga il servizio sia esonerato da tali adempimenti; in tal caso vale anche la fattura o il documento commerciale non elettronico.
Il credito non può essere oggetto di rimborso in caso di mancata fruizione del soggiorno.
La misura massima del credito è diversificata in base alla composizione del nucleo familiare, partendo da un minimo di 150 euro fino ad un massino di 500 euro.