Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

News

ASSEMBLEA STRAORDINARIA CASSA RURALE VAL DI FIEMME

Sabato 24 Novembre 2018 - ore 14.30

dal 24 novembre 2018

ASSEMBLEA STRAORDINARIA
24 novembre 2018 ore 14.30 Palafiemme Cavalese

Venerdi scorso a Tesero si sono conclusi gli incontri territoriali con i Soci in vista della prossima assemblea straordinaria che si terrà al Palafiemme di Cavalese il prossimo 24 novembre 2018 ad ore 14.30 (disponibile servizio BUS-navetta e apertura accrediti ore 13.30).

Quasi 400 Soci in totale hanno partecipato attivamente alle serate, dimostrando di avere a cuore il futuro della loro Cassa Rurale e riconoscendo come preziosa l’azione di informazione e trasparenza messa in atto dal Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale Val di Fiemme
Durante le serata si sono alternati alla parola il Presidente Marco Misconel il Direttore Defrancesco Paolo, il Presidente del collegio sindacale Mario De Zordo e molti soci.

In agenda dapprima i dati della Cassa Rurale oggi e lo stato di avanzamento del cantiere della fusione poi la riforma del Credito cooperativo, l’adesione alla capo gruppo l’assemblea straordinaria con la modifica dello statuto.
Ne è uscita la fotografia di una Cassa Rurale unica per tutta la valle con oltre 100 anni di storia, più di settemila soci, un totale attivo di 809  milioni, che investe sul territorio 511 milioni di impieghi lordi e ha chiuso il 2017 con un utile di 2,7 milioni di euro.

Il Direttore ha espresso soddisfazione per il punto in cui si trovano i lavori conseguenti alla fusione. L’impegno è stato ed è ancora importante da parte del Cda e della struttura; si è investito tanto in formazione e tecnologia per garantire servizi all’avanguardia, particolare attenzione è stata riservata alla consulenza per le famiglie e alla comunicazione sia interna che esterna, rilanciando la collaborazione con associazioni ed incrementando il sostegno, anche economico, alla comunità.
Defrancesco ha concluso il suo intervento descrivendo i risultati della semestrale proiettando le percentuali di variazione dicembre ’17/giugno ’18. Tiene la raccolta diretta e cresce sensibilmente l’indiretta trainata dal comparto gestito (+4%). Segnali di ripresa anche da parte dei crediti che crescono di volume in misura vicino ai due punti percentuali e in qualità, registrando un netto calo (-7%) del credito deteriorato e l’aumento della copertura media al 57%. Pur trovandoci in un periodo di contrazione del margine di interesse, la riduzione dei costi per il personale del 6%, assieme alle altre economie,  genera un impatto positivo sul conto economico, lasciando prevedere un utile a fine anno in linea con le previsioni del piano industriale.

Tornando al tema della prossima Assemblea il Presidente ha ripercorso le tappe della riforma del credito cooperativo iniziata nella primavera del 2017 e giunta ora all’ultimo tassello: la modifica dello statuto con l’aggiornamento degli articoli necessario per l’adesione al Gruppo Bancario Cooperativo Cassa Centrale Banca
“Facendo di un obbligo normativo un’opportunità la nostra BCC ha deciso di accettare la sfida. Uniamo le nostre forze con quelle di altre BCC per dar vita al Gruppo Bancario Cooperativo e continuiamo ad essere al servizio del nostro territorio, a supporto di tante famiglie e piccole e medie imprese per soddisfare bisogni di prossimità, non sempre solo economici. L’obiettivo di tutti è di avere un credito cooperativo sempre più forte, che abbia al centro le Persone, soci e clienti, a cui garantire un’operatività bancaria completa e competitiva.
Siamo e resteremo una banca autonoma, così come oggi siamo e resteremo un supporto indispensabile per le economie e comunità locali. Abbiamo basato il nostro inimitabile modello di impresa sui valori fondanti della mutualità, della centralità delle Persone e delle nostre Comunità. I valori restano nel tempo, ma siamo tutti consapevoli che i modelli organizzativi cambiano e si evolvono.
La salvaguardia e il rafforzamento di un modello di “fare banca” che caratterizza il Credito Cooperativo, realmente vicino alle persone, alle famiglie ed alle imprese, sono condizionati dalla capacità di raccogliere e vincere le sfide di un mercato sempre più complesso e competitivo. La tecnologia ed il susseguirsi incalzante di strumenti sempre più sofisticati, modificano le abitudini delle persone e fanno nascere nuovi comportamenti. Diverse ed intermediate modalità di relazione aprono le porte anche a competitors “alternativi” che vogliono occupare spazi di mercato fino ad oggi prerogativa delle banche.”

Arrivederci quindi all’Assemblea Straordinaria di Sabato per essere ancora una volta protagonisti del futuro della Cassa Rurale. 

SERVIZIO NAVETTA.
Il servizio è gratuito e su prenotazione in filiale fino a giovedì 22 novembre. CONSULTA GLI ORARI QUI

CONSULTA LA PROPOSTA DELLO STATUTO

  • Seguici anche su